Archivio tag: antropologia

RICERCA SUL CAMPO E METODOLOGIA PER LO STUDIO DELL’INVISIBILE

5-9 SETTEMBRE 2018

SUMMER SCHOOL – San Giovanni in Galilea

Il programma estivo -diretto da docenti e ricercatori universitari di fama internazionale, altamente  qualificati e responsabili di ricerche antropologiche sul campo a lungo termine in Malesia, Nepal e India- si rivolge a studiosi (junior e senior) con particolare interesse per lo studio di sistemi religiosi e ontologici in cui sia particolarmente rilevante la sfera dell’Invisible.

Tutte le culture sono popolate da agenti non visibili. Questi possono essere entità non umane, spiriti, divinità e fantasmi ma anche gas, radioattività, social media o la stessa economia di mercato.

Bruno Latour nel suo studio intitolato “On the Modern Cult of Factish Gods” (2010. Durham, NC: Duke University Press), definisce regimi di invisibilità i complessi apparati/meccanismi di pratiche, mediatori, conoscenze e tecnologie che rendono appunto “visibile” l’invisibilità, dimostrando come gli agenti invisibili non debbano essere meramente intesi come costrutti sociali e teorici.
Ma come affrontare scientificamente il mondo dell’invisibile? Quale è la posizione del ricercatore? Quali gli strumenti più appropriati? Come rendere le nostre personali esperienze sul campo efficaci strumenti di ricerca, specie se in relazione a innovative tendenze teoriche in nuovi e affascinanti settori come per esempio quello definito “extra-ordinary anthropology”1? Nell’ultimo decennio, in discipline sociali e umanistiche è evidente l’aumento della richiesta come anche la necessità di sperimentare nuovi strumenti metodologici, meno rigidi e convenzionali, maggiormente riflessivi e soprattutto più idonei alla comprensione e alla successiva descrizione dell’alterità.
Nella pletora di offerte di scuole estive che propongono tematiche antropologiche, il programma proposto è il primo a livello europeo (se non mondiale), a trattare dal punto di vista metodologico e teorico, tematiche che negli ultimi anni sono diventate argomento di acceso dibattito a livello teorico in campo antropologico, filosofico e di scienze e storia delle religioni.
La scuola estiva, inizierà con una sezione dedicata all’apprendimento degli strumenti etnografici e al loro uso critico in relazione a ricerche in cui sia prevalente la presenza della Invisibilità, per proseguire con dibattiti, workshop ed esercitazioni che si terranno principalmente a San Giovanni in Galilea e presso il Museo degli Sguardi (Rimini), un piccolo (ed esclusivo) gioiello che ospita una collezione di pezzi etnografici asiatici, oceanici e africani di estremo interesse. Durante la visita al museo i partecipanti si cimenteranno nella sperimentazione dell’incontro muto con oggetti rituali, che rappresentano -per le culture da cui provengono- testimonianze e “presenze” tangibili del mondo invisibile. La visita al Museo degli Sguardi ci permetterà inoltre di interrogarci sulla vita “extra-ordinaria” degli oggetti rituali, dandoci modo di partire dalla cultura materiale per poi passare al mondo dell’”immateriale\invisibile”, analizzando le reciproche implicazioni.

A chi rivolge la scuola estiva?

La scuola estiva è pensata per antropologi, scienziati sociali, culturali e delle religioni di tutti i livelli e le età ma è ugualmente aperta a chiunque sia interessato/a ad apprendere innovative tecniche di ricerca sul campo e teorie in particolare relazione col mondo dell’Invisibile. Non è richiesta nessuna particolare preparazione precedente.

Informazioni tecniche

  • Numero minimo di partecipanti: 15
  • Numero Massimo di Partecipanti : 20
  • Costo: € 400 (comprensivo di vitto e alloggio)
  • Sede delle lezioni: le lezioni si svolgeranno all’interno del Museo Archeologico Renzi,
  • all’interno del borgo di S. Giovanni in Galilea
  • Vitto e alloggio: gli allievi alloggeranno presso case private, in camere doppie, all’interno del borgo. Convenzioni con il bar e ristorante del borgo, per il vitto.
  • Come raggiungere la sede: S. Giovanni in Galilea è un piccolo borgo nella cintura collinare di Santarcangelo di Romagna. Comuni adiacenti Borghi e Sogliano sul Rubicone. Si può raggiungere in autobus da Rimini.

volantino scuola estiva