Archivio tag: Anita Garibaldi

Banner facebook bassa risoluzione

Due Mondi e “Una rosa per Anita”

Sabato 28 luglio a Sogliano sul Rubicone e domenica 29 luglio 2018 a San Giovanni in Galilea due importanti appuntamenti dedicati alla splendida figura di Anita Garibaldi.

A un anno esatto dalla messa a dimora della prima rosa, a Mandriole di Ravenna, il progetto “Una Rosa per Anita” entra nella fase più interessante, con gli eventi organizzati dal Museo e Biblioteca Renzi in collaborazione con l’Istituto Tecnico Agrario di Cesena ”Garibaldi -Da Vinci”. Con il contributo dei Comuni di Borghi e Sogliano al Rubicone, il 28 e 29 luglio a Sogliano e a San Giovanni in Galilea, si svolgeranno due eventi a cui prenderà parte una Delegazione proveniente dal Brasile composta dal Sindaco di Laguna Mauro Vargas Candemil, dal Segretario al Turismo Evandro Flora, dal Presidente di “CulturAnita” Adilcio Cadorin e le “Guardiane di Anita”, ossia dieci stupende ragazze brasiliane dirette da Ivete Scopel, che si esibiranno in canti e recitazioni. Nell’occasione verrà proiettata la videopoesia dal titolo “Anita è il tuo nome” di Maria Gabriella Conti, con la regia di Stefano Caranti, mentre la bravissima attrice Lelia Serra si esibirà in una lettura scenica dal titolo “Le devote di Garibaldi” accompagnata da Stefano Delvecchio all’organetto diatonico.

Le due giornate, organizzate dal Museo e Biblioteca Renzi, fanno seguito all’interessamento delle massime autorità politiche di Santa Catarina – il più ricco stato brasiliano con sette milioni di abitanti, per la maggior parte discendenti di genti lombarde, venete e tedesche emigratevi verso la metà dell’800 – per il progetto della rosa, ideato dal Dott. Andrea Antonioli Direttore del Museo Renzi in collaborazione col suo staff composto dal Presidente Nevio Magnani, il Dott. Cav. Giampaolo Grilli, il prof. Alessandro Ricci, la poetessa Maria Gabriella Conti, Stefano Caranti, Giovanni Paolo Tesei e Luciana Silveira.

Antonioli sottolinea come il 4 luglio appena trascorso, giorno in cui tra l’altro cade l’anniversario della nascita di Giuseppe Garibaldi, si è svolta una video-conferenza con le Autorità brasiliane che hanno manifestato l’intento non solo di collaborare al progetto “Una Rosa per Anita” e diffonderlo in tutto lo Stato di Santa Catarina, dove Anita è molto amata e vi sono tanti suoi monumenti, ma anche per cominciare proficui rapporti di collaborazione culturale, economica, turistica ed enogastronomica con i Comuni della Trafila e la Romagna, regione da loro ammirata per le qualità che il Direttore Antonioli ha loro esposto e per aver adottato la figura di Anita quale figura femminile di spicco.

Durante la videoconferenza le Autorità brasiliane hanno detto di apprezzare moltissimo un semplice e spontaneo gesto come quello di donare una rosa quale miglior simbolo per diffondere e valorizzare ovunque le virtù di Anita, donna emancipata dai fervidi e inossidabili ideali, passionale e fedele, integra moralmente e dedita al dovere, dotata di grande senso della giustizia nel nome di valori veri, puri e concreti come la famiglia, i figli, l’amore per il suo uomo, nonché figura che incarna il senso del rispetto verso il prossimo e l’amore per la Patria e le istituzioni, per l’Unità e la Libertà dei Popoli, degli individui e degli oppressi. Inoltre hanno dimostrato tutto il loro cordoglio per il grande esperto ibridatore Giulio Pantoli di Castiglione di Ravenna, padre della rosa “Anita Garibaldi” di proprietà dell’Istituto Tecnico “Garibaldi-Da Vinci” di Cesena, partigiano ed ex-combattente, insignito di numerosi riconoscimenti, scomparso di recente, del quale il 29 luglio ricorre l’anniversario della nascita.

Agli eventi del 28-29 luglio saranno presenti gli amministratori di tutti i Comuni emiliano-romagnoli, nonché i Presidenti e funzionari degli enti dei numerosi enti e istituzioni che aderiscono al progetto della rosa.

Nei giorni seguenti lo staff del Museo Renzi accompagnerà la Delegazione brasiliana e Anita Garibaldi Jallet lungo un interessante e piacevole itinerario che toccherà alcuni luoghi della Trafila garibaldina dove la Delegazione sarà accolta dalle varie Associazioni Garibaldine e Mazziniane locali: il 29 luglio a San Marino, il 4 agosto a Mandriole di Ravenna e il 5 agosto al “Garibaldi day” di Cesenatico.

Enti e Istituzioni aderenti al progetto

- Comuni emiliano-romagnoli appartenenti a quattro province: Comune di VerucchioComune di Poggio TorrianaComune di BorghiComune di Sogliano al RubiconeComune di CesenaticoComune di ComacchioComune di ArgentaComune di RavennaComune di Castrocaro Terme e Terra del Sole, Comune di Dovadola, Comune di Modigliana – e la Repubblica di San Marino.

Mibac, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo nella persona dell”ex Ministro On. Dario Franceschini.

- Associazione Nazionale Veterani e Reduci Garibaldini nella persona della Presidente Prof.ssa Anita Garibaldi Jallet, discendente diretta di Anita,

- Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna,

- Museo del Risorgimento di Bologna, Fondazione Museo del Risorgimento di Ravenna, Museo della Linea Christa del Comune di Sogliano al Rubicone, Museo “Don Giovanni Verità” di Modigliana”, Istituti Culturali e Musei di Stato della Repubblica di San Marino, Società Conservatrice del Capanno Garibaldi,

- Unione Nazionale degli Ufficiali in Congedo d’Italia, Associazione Nazionale dell’Arma di Cavalleria Sezione “Cavalleggeri Alessandria 14°” di Cesena.

- Partner di progetto: Federazione delle Cooperative della Provincia di Ravenna, Auser Emilia Romagna, AUSER di Ferrara, AUSER di Ravenna, Associazione “Amici di Dante”, Touring Club Italiano Territorio Romagna, Strada dei Vini e dei Sapori dei colli di Forlì e CesenaadArte snc.

Eventi futuri

A partire dal 2019 la rosa “Anita Garibaldi” verrà messa a dimora nei parchi e nei giardini di tutti gli altri Comuni, accompagnata da un cartoncino recante il logo e il motto “In signum rosae Anita fidelis”, ma anche in qualsiasi luogo pubblico o privato del mondo, unitamente a una targa commemorativa col medesimo motto e coi loghi degli enti patrocinanti e dei Comuni di volta in volta interessati. Le piante di rosa “Anita Garibaldi” potranno essere richieste previa prenotazione, al Museo e Biblioteca Renzi di Borghi (FC) o all’Istituto Tecnico “Garibaldi-Da Vinci” di Cesena.

Fasi o step principali

- 4 agosto 2017: è stato pubblicato un volume dal titolo “Una rosa per Anita. Il tributo della Romagna ad Anita Garibaldi” ed è stata messa a dimora la rosa “Anita Garibaldi” con relativa targa in località Mandriole (Ra), luogo in cui è avvenuta la morte dell’eroina il 4 agosto 1849;

- dal 2019 verrà messa a dimora la rosa “Anita Garibaldi” con relativa targa nei parchi e giardini nei Comuni della Trafila, al Gianicolo (Roma) luogo di sepoltura dell’eroina e nei parchi e nei giardini dei Comuni d’Italia e di altri paesi che ne facciano richiesta;

- 30 agosto 2021: celebrazione del 200° anniversario della nascita di Anita Garibaldi, con eventi e cerimonie che rievocheranno i momenti della Trafila garibaldina in Romagna. Installazione di pannelli informativi in tutti i Comuni aderenti al progetto e censimento delle epigrafi, dei monumenti e di tutti i luoghi che hanno visto il passaggio del Generale Garibaldi e di Anita nelle terre e nei Comuni della Trafila.