PROGETTO “UNA ROSA PER ANITA”

PRESENTAZIONE

Il Museo e Biblioteca Renzi (Comune di Borghi), fondato negli anni post-risorgimentali ed eretto a Ente Morale con Regio Decreto del 1885 del re Umberto I di Savoia, ha ideato un progetto molto interessante e ambizioso in collaborazione con l’Istituto Tecnico “Garibaldi-Da Vinci” di Cesena, con il sostegno dell’Associazione Nazionale Veterani e Reduci Garibaldini, inteso a divulgare in Italia e nel mondo l’immagine di Anita Garibaldi, l’eroica consorte del Generale che visse i suoi ultimi giorni proprio in terra di Romagna, durante l’estenuante Trafila che si sviluppò dai territori della Repubblica di San Marino fino a Cesenatico e poi da Comacchio a Modigliana attraverso diversi Comuni romagnoli, fino alla Toscana.

Il progetto nasce dall’idea di un ibrido di rosa, non esistente in commercio, chiamata “Anita Garibaldi” creata e donata dal celebre ibridatore Giulio Pantoli di Castiglione di Ravenna all’Istituto Tecnico Statale “Garibaldi-Da Vinci” di Cesena che ne detiene la proprietà. La rosa è stata dunque scelta quale simbolo per diffondere ovunque i valori e le virtù di Anita, rispecchiandone l’emancipazione, l’integrità morale, la purezza d’animo, il rispetto verso il prossimo e il senso del dovere, nonché l’amore per la Patria, per i Popoli e per gli oppressi.
La rosa “Anita Garibaldi” viene distribuita col suo marchio ovunque, in Italia e nel mondo, messa a dimora in tutti i parchi e giardini (dedicati di preferenza all’eroina o al Generale Garibaldi) ed è accompagnata da un cartellino identificativo e una targa commemorativa comprensiva dei loghi degli enti patrocinatori (Ministero della Cultura, Regione Emilia-Romagna, Ass. Naz. Veterani e Reduci Garibaldini, Museo e Biblioteca Renzi, Istituto Tecnico “Garibaldi-Da Vinci”).
Il progetto è stato ideato dallo staff del Museo e Biblioteca Renzi nelle persone del Direttore Dott. Andrea Antonioli (che ne è anche il coordinatore), e dei suoi collaboratori, il Prof. Alessandro Ricci e il Dott. Cav. Giampaolo Grilli e comprende:
- un libro dal titolo “Una Rosa per Anita” (2017), con la presentazione dell’allora Ministro della Cultura On. Dario Franceschini e contributi sull’eroina tra cui quello della Presidente ANVRG Comm. Prof.ssa Annita Garibaldi Jallet.
- una video-poesia dal titolo “Anita è il tuo nome”, composta dalla poetessa romagnola Maria Gabriella Conti, che proprio di recente ha vinto un premio nazionale di poesia sul Risorgimento.

Il nucleo dei fondatori che sostengono il progetto fin dal 2017 sono: la Repubblica di San Marino e i Comuni di Verucchio (Rn), Poggio Torriana (Rn), Borghi (Fc), Sogliano al Rubicone (Fc), Cesenatico (Fc), Comacchio (Fe), Argenta (Fe), Ravenna, Castrocaro-Terra del Sole (Fc), Dovadola (Fc), Modigliana (Fc). Collaboratori e patrocinatori: Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Istituto Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna, Associazione Nazionale Veterani e Reduci Garibaldini, Capanno Garibaldi, Museo del Risorgimento di Bologna, Fondazione Museo del Risorgimento di Ravenna, Museo della Linea Christa di Sogliano al Rubicone, Federazione delle Cooperative della Provincia di Ravenna, le AUSER Emilia-Romagna, Ferrara e Ravenna, ecc.

SVILUPPI DEL PROGETTO

Il progetto della Rosa ha potenzialità enormi per la semplicità e la velocità di produrre contatti e creare con grande naturalezza una rete di collaborazioni e di indotti culturali, turistici, storici e didattici tra i due mondi, sviluppando ulteriormente e rafforzandoli i rapporti tra lo Stato italiano e il Brasile, il tutto attraverso la figura emancipata e di grande attualità come quella di Anita che riesce a profondere valori positivi per le persone, per gli stati, per il mondo. In pochi mesi il progetto è diventato internazionale, avendo avuto la forza di propagarsi dall’altra parte del globo e, particolarmente, in Brasile, terra di nascita dell’eroina.
Attraverso questo progetto viene divulgata negli altri Stati la cultura, la lingua e la storia italiana. Il Governatore dello Stato di Santa Catarina, tramite la Fondazione Cultura dello Stato, sta facendo tradurre il volume curato da Andrea Antonioli pubblicato nel 2019, che verrà quindi stampato in tre lingue (italiano, spagnolo e portoghese). La riedizione del volume, che avrà il nuovo titolo di “Due mondi e una Rosa per Anita”, sarà diffuso in tutto il Brasile e negli altri Stati sudamericani, divulgando la cultura e la storia italiana in tutto il Sud America.
L’Istituto Tecnico “Garibaldi-Da Vinci” sta avviando un progetto per effettuare uno scambio di studenti tra Italia e Brasile, mentre lo staff del progetto “Una rosa per Anita” ha predisposto un itinerario storico-culturale per accogliere i turisti brasiliani nel nostro territorio e illustrare loro la storia di Anita facendo visitare nel contempo le città italiane ed emiliano-romagnole e le loro eccellenze storiche, culturali ed enogastronomiche mediante percorsi e itinerari turistici nell’ambito del territorio e in stretta sinergia coi Comuni interessati.
Lo Stato di Santa Catarina, in particolare, è molto interessato a tali progetti, essendo tra l’altro uno Stato molto florido (il più ricco del Brasile), con 7 milioni di abitanti, per la grande maggioranza italiani discendenti di immigrati. Si tratta di una popolazione molto legata alla cultura e alla storia italiana che ha mantenuto le tradizioni delle terre di origine e quindi molto affezionate ad Anita e Giuseppe Garibaldi che oltre all’Unità d’Italia contribuirono anche a quella del Brasile e di altri Stati sudamericani come l’Uruguay, dove peraltro il progetto è già stato accolto.
Il progetto è stato già presentato alle ambasciate di Brasile e Uruguay e sono state formate altre Commissioni nello Stato di Rio Grande do Sul e in Uruguay per organizzare le celebrazioni dedicate ad Anita nel 2021, in occasione del 200° anniversario della sua nascita avvenuta il 30 agosto 1821 a Laguna nello Stato di Santa Catarina. Tali celebrazioni coinvolgeranno pertanto i quattro Stati che hanno aderito al progetto della rosa, vale a dire Italia, Brasile, Uruguay e San Marino.

NOTIZIE ED EVENTI

4 agosto 2017

Messa a dimora della prima Rosa “Anita Garibaldi” a Mandriole di Ravenna (luogo della morte di Anita) alla presenza dei Sindaci e degli Amministratori di undici Comuni emiliano-romagnoli e dei rappresentanti della Repubblica di San Marino.

29-30 luglio 2018

Una Delegazione brasiliana composta dal Sindaco di Laguna, dal Direttore dell’Instituto Cultural “Anita Garibaldi”, dalle “Guardiane di Anita” (compagnia culturale-folcloristica dedicata all’eroina) e da addetti stampa brasiliani è stata ospitata dai Comuni di Borghi e Sogliano al Rubicone. Tale Delegazione è venuta per aderire al progetto “Una rosa per Anita”.
Il Museo Renzi si è gemellato con l’Instituto Cultural “Anita Garibaldi” (detto anche CulturAnita) con sede a Laguna nello Stato di Santa Catarina (Brasile), per cominciare una collaborazione internazionale ed è già in atto la pianificazione di progetti ed eventi condivisi tra Italia e Brasile. L’Avv. Adilcio Cadorin, Direttore dell’Instituto Cultural “Anita Garibaldi” è così diventato il referente del progetto “Una Rosa per Anita” in Brasile e nel Sud America.

17 agosto 2018

L’Ambasciatore italiano in Brasile, il signor Antonio Bernardini, il Console italiano a Curitiba, il signor Raffaele Festa e Corrispondente Consolare di Lages, il signor Giovani Dorigon, hanno fatto visita al Vice Console italiano a Florianopolis, e in questa occasione ha ricevuto il Presidente dell’Istituto Culturale Anita Garibaldi, Adilcio Cadorin, e le guardiane di Anita, Ivete Scopel, Nilcéia Magalhaes, Simone Ramos, il Presidente della Associazione Internazionale Trevisani nel Mondo di Tubarao, Fabiola Cechinel.
In tale udienza sono stati discusse le attività che saranno svolte per celebrare il Bicentenario della nascita di Anita Garibaldi, che si terrà il 30 agosto 2021, i cui eventi e celebrazioni si terranno in Uruguay, San Marino, Italia e Brasile. Nello Stato di Rio Grande do Sul, sono state contattate e mobilitate le autorità e i rappresentanti di diversi enti esistenti nelle città di Vacaria, Viamão, Mostardas, São José do Norte e São Gabriel, mentre nello Stato di Santa Catarina, hanno già aderito le città di Imbituba, Tubarão, Anita Garibaldi, Lages, Curitibanos e Laguna; in quest’ultima nacque Anita e iniziò la sua lotta per il movimento repubblicano.
In questa sede è stato presentato all’ambasciatore italiano in Brasile (a Curitibanos e Port Alegre) il libro “Una Rosa Per Anita”, che oltre a trattare aspetti inediti di Anita Garibaldi, presenta il progetto dallo stesso nome e intende diffondere e mettere a dimora in tutte le città americane e italiane legate alla storia della eroina, gemme e piantine della “Rosa Anita Garibaldi”.

30 ottobre 2018

Prima riunione della commissione, alla presenza del Presidente e dei rappresentanti dei sei municipi dello Stato Santa Catarina sul lavoro della commemorazione dei 200 anni della nascita di che farà parte del progetto “Una rosa per Anita.
Hanno già aderito al progetto della rosa i sei Comuni brasiliani che ricadono nel territorio dove nacque Anita e precisamente: Laguna, Tubarãao, Imbituba, Lages, Anita Garibaldi, Curitibanos.
In tale sede è stato deciso di diffondere e distribuire in tutto lo Stato di Santa Catarina (295 Comuni) i volumi “Due mondi e una Rosa per Anita” stampato in tre lingue (italiano, spagnolo e portoghese) e mettere ovunque a dimora la rosa “Anita Garibaldi” di Giulio Pantoli.

6 novembre 2018

Il Presidente dello Stato di Santa Catarina ha inviato una comunicazione per la nomina di una Commissione che si occuperà delle celebrazioni del 200° anniversario della nascita di Anita Garibaldi che cadrà il 30 agosto 2021, eventi che faranno parte del progetto “Una Rosa per Anita” del Museo e Biblioteca Renzi di San Giovanni in Galilea (Borghi). La stessa cosa verrà fatta anche nello Stato del Rio Grande do Sul e a gennaio 2019 il progetto “Una Rosa per Anita” verrà diffuso in Uruguay” a partire dal mese di gennaio 2019, dove anche lì Anita è molto amata.
6 dicembre 2018 La rosa “Anita Garibaldi”, è sbarcata in Brasile ed è stata subito depositata dal sindaco di Laguna Mauro Vargas Candemil e dal Direttore dell’Instituto Cultural “Anita Garibaldi” Adilcio Cadorin, presso un esperto vivaista di Laguna, la città brasiliana dove nacque Anita Garibaldi, per coltivare le rose e diffonderle in tutto il Brasile. Le piante hanno attecchito e saranno moltiplicate nei prossimi anni per diffondersi in tutto il Sud America.

8 dicembre 2018

Messa a dimora della seconda Rosa “Anita Garibaldi” nello Stato di San Marino in Piazza Giuseppe Garibaldi, proprio in prossimità della statua più antica eseguita in onore dell’eroe, alla presenza dei Reggenti della Repubblica.

8 marzo 2019

Messa a dimora della terza Rosa “Anita Garibaldi” nel Comune di Verucchio nel giardino intitolato all’eroina proprio per l’occasione, alla presenza di diversi Sindaci, Vicesindaci e Assessori di altri Comuni e della Presidente dell’A.N.V.R.G. Annita Garibaldi Jallet.

7 aprile 2019

Messa a dimora della quarta Rosa “Anita Garibaldi” nella piazza principale della frazione di Anita (nel Comune di Argenta), alla presenza di diversi Sindaci, Assessori di altri Comuni in occasione dell’anniversario della liberazione della frazione di Anita.

13 aprile 2019

Messa a dimora della quinta Rosa “Anita Garibaldi” nella piazza principale di Porto Garibaldi (nel Comune di Comacchio) in occasione del centenario dell’intitolazione della città che in precedenza si chiamava Magnavacca alla presenza del Sindaco e di alcuni Assessori di Comacchio, di altre istituzioni e della Presidente dell’A.N.V.R.G. Annita Garibaldi Jallet.

12 maggio 2019

Messa a dimora della sesta Rosa “Anita Garibaldi” nel giardino interno del Museo “Don Giovanni Verità” di Modigliana, alla presenza del Sindaco e degli Assessori.

18 maggio 2019

Messa a dimora della settima Rosa “Anita Garibaldi” nel giardino a lato del Palazzo Pretorio di Terra del Sole (Comune di Castrocaro), alla presenza del Sindaco, degli Assessori e della Presidente dell’A.N.V.R.G. Annita Garibaldi Jallet.

3 agosto 2019

Messa a dimora dell’ottava rosa nel parco Anita Garibaldi (nel Comune di Sogliano al Rubicone) e della nona rosa nel castello di San Giovanni in Galilea (nel Comune di Borghi), alla presenza di numerosi Sindaci, autorità civili e militari, con videoconferenza con il Prefetto di Laguna, patria di Anita Garibaldi ed esponenti dello Stato di Santa Catarina.

28-29-30 agosto 2019

Messa a dimora della rosa “Anita Garibaldi” a Laguna, la prima in Brasile e Sud America e quindi a Tubarao e altri Comuni. Dal 24 al 30 agosto una delegazione composta dal Museo e Biblioteca Renzi e da alcuni Sindaci romagnoli saranno ospiti del Prefetto di Laguna per portare nelle varie città dello Stato brasiliano, in Uruguay e in Sud America il progetto della rosa.
Per il 29 agosto la nostra delegazione è stata invitata a parlare nel Parlamento dello Stato brasiliano di Santa Catarina con sede in Florianopolis, alla presenza dei Deputati e dei Sindaci dei Comuni che aderiscono al progetto.

EVENTI FUTURI

Dal 2020

Messa a dimora della Rosa “Anita Garibaldi” in tutti i giardini e parchi d’Italia e di tutto il mondo ricadenti nei territori degli Enti che ne facciano richiesta.

2021

Sono in corso di progettazione eventi, pubblicazioni, convegni congiunti tra Italia e Brasile che il Museo e Biblioteca Renzi di Borghi e l’Instituto Cultural “Anita Garibaldi” del Brasile stanno organizzando assieme ad Enti e Istituzioni per celebrare il 200° anniversario della nascita di Anita Garibaldi, in modo tale che le rose previste dal progetto “Una Rosa per Anita” siano messe a dimora nei due Stati e in altri che stanno aderendo al progetto stesso.
In quell’anno una delegazione brasiliana composta da molti Sindaci verrà in Italia e lo stesso lo potranno fare molti Sindaci italiani.

torna su