Il castello di Borghi

Castrum Podii Burgorum o Poggio dei Borghi fu edificato attorno al 1350 dai Malatesta. Nel 1430 fu sottratto alla Chiesa da Sigismondo Pandolfo Malatesta di Rimini e nel 1484 papa Sisto IV infeudò il castello ai conti Sassatelli di Imola. Tornò poi definitivamente alla Santa Sede nel 1573. Nel 1797, per volontà di Napoleone, entrò a far parte del Dipartimento del Rubicone nel Distretto di Cesena.
Oggi l’impianto complessivo delle fortificazioni resta quasi immutato per quanto riguarda le mura. Il torrione occidentale, dotato di una scala interna, era stato riempito con rifiuti e macerie; quello orientale è stato tagliato in epoca recente insieme a un piccolo tratto di mura. L’abitato conserva la sua struttura urbanistica tipicamente medievale, racchiuso entro la cerchia muraria, anche se le abitazioni, in seguito ai restauri, hanno perduto ogni caratteristica architettonica dell’epoca.